Scuola, sistema da rifondare per 2 mamme su 3. Le colpe delle istituzioni

  • Posted on:  Venerdì, 27 Aprile 2018 13:17
Vota questo articolo
(0 Voti)
Scuola, sistema da rifondare per 2 mamme su 3. Le colpe delle istituzioni Scuola, sistema da rifondare per 2 mamme su 3. Le colpe delle istituzioni

di Redattore Sociale

Più spazio alla pratica e all'attualità e meno alla teoria, rendere la lettura un piacere per gli alunni e non un obbligo.

Più spazio alla pratica e all'attualità e meno alla teoria, avere strutture meno fatiscenti e maggiormente attrezzate, rendere la lettura un piacere per gli alunni e non un obbligo. Sono alcune delle caratteristiche principali della scuola ideale che le mamme italiane desidererebbero per i propri figli, le quali inoltre vorrebbero che nei programmi scolastici fosse dato maggiormente spazio ad approfondimenti legati ad arte (56%) religione (49%), ed ambiente (44%).

Le principali problematiche? Emergono soprattutto dal punto di vista formativo (61%) che strutturale (39%) nonostante la pesante denuncia di strutture scolastiche fatiscenti (45%) e della mancanza di strumenti multimediali idonei all'insegnamento (39%). E' quanto emerge da un'indagine di Libreriamo (www.libreriamo.it), la piazza digitale per chi ama i libri e la cultura fondata da Saro Trovato, condotta su circa 800 mamme italiane, di eta' compresa tra i 30 e i 60 anni, condotta con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, realizzata in occasione del prossimo inizio dell'anno scolastico.

"La scuola è un'istituzione fondamentale per la formazione di quelli che saranno gli adulti di domani - afferma Saro Trovato, sociologo e fondatore di Libreriamo -. I problemi del sistema scolastico interessano personalmente un grande numero di persone: gli insegnanti gli studenti, i loro genitori.

Leggi tutto l'articolo Redattore Sociale

Letto 2452 volte

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Approvo