È proprio con gli “Studenti Difficili” che la scuola deve compiere i maggiori sforzi

  • Posted on:  Martedì, 08 Maggio 2018 08:41
Vota questo articolo
(0 Voti)
È proprio con gli “Studenti Difficili” che la scuola deve compiere i maggiori sforzi È proprio con gli “Studenti Difficili” che la scuola deve compiere i maggiori sforzi youreduaction.it

di Bartolomeo Merola, insegnante

La scuola rappresenta il fulcro della società civile e non deve sostituirsi alla famiglia

La Repubblica voluta dai Padri Costituenti e, a parere di chi scrive, confermata dal Popolo Italiano con il Referendum Costituzionale del quattro dicembre scorso, non si è limitata ad affermare l’affascinante principio sancito in altre democrazie del mondo (l’uomo ha il diritto di essere felice).

Il nostro Stato garantisce a ciascuna persona l’esercizio delle libertà e delle uguaglianze e si impegna a rimuovere gli ostacoli che potrebbero concretamente limitarle (art. 3 C.).
Si sancisce il principio delle pari opportunità, che si fonda sul diritto all’istruzione di tutti e di ciascun individuo. L’istruzione riduce le differenze e favorisce la partecipazione attiva alla crescita materiale ed economica della Nazione (art. 4 C.), rispettando le caratteristiche di ognuno. Promuove il godimento delle libertà economiche (art. 41 C.).

La scuola rappresenta il fulcro della società civile e non deve sostituirsi alla famiglia (intesa come nucleo sociale). Ha funzioni complesse, a cui si demandano le sorti della crescita e degli equilibri sociali. E’ una scuola viva, ricca ed a sostegno delle persone e genitori, che sono obbligati e sopratutto titolari del diritto originario dell’istruzione della prole (art. 30 C.).

Leggi tutto l'articolo youreduaction.it

Letto 2484 volte

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Approvo